Project Description

I FINALISTI DEL PREMIO COMEL 2018

Marsel Aion Lesko

Shijak, ALBANIA
marsel.lesko@gmail.com

I FINALISTI DEL PREMIO COMEL 2018

Marsel Aion Lesko

Shijak, ALBANIA
marsel.lesko@gmail.com

CENNI BIOGRAFICI

Artista albanese. Vive e lavora a Roma. Si diploma in Regia presso l’Accademia Silvio D’amico di Roma e prosegue i suoi studi all’estero. Ha fondato il gruppo Aiòn Teater. È autore di opere in versi, prosa e sceneggiatura. Ha collaborato con Finteca (opera “Il Mare”) e attualmente con Gessi, collezione “Equilibrio”, per favorire l’Armonia nell’ambiente di lavoro. La sua ricerca sul colore si basa sulla pittura involontaria, in cui l’acqua e il suo fluire divengono gli elementi principe. Docente di teatro, si occupa di pneumofonia e canto dell’essere. Inoltre, è un polistrumentista. Crea sculture in alluminio anche sonore. Nel lavoro di sculture con l’alluminio, gioca con i motivi della geometria sacra. È stato definito “scultore dello spirito.”

OPERA IN CONCORSO

COSì DENTRO, COSì FUORI, 2018

SCULTURA - Legno, alluminio e plexiglass
cm 150 x 150 x 80

Marsel Aion Lesko, è un artista albanese residente a Roma. Presenta una installazione che prevede la possibilità di movimento del suo rotore; è una sorta di stele tecnologica, cui l’autore assegna un’interpretazione simbolica e dualistica. Spiega infatti l’artista, nelle note di presentazione, che il manufatto allude alle due anime, quella maschile e quella femminile, unite in uno stesso universale destino. Suggestivo d’altra parte è il recupero dei materiali di risulta in alluminio, provenienti dalle lavorazioni meccaniche e industriali del metallo. Un recupero interessante non solo sotto il profilo estetico, relativamente cioè alle costruzioni formali che l’artista ha elaborato, ma anche perché in esse non si perdono le peculiarità dei particolari costruttivi e in parte il riferimento alla loro identità funzionale. In questo senso l’opera, nel suo insieme, supera la dimensione meccanicistica su cui pure sembra fondare, aprendosi al fascino di una rigenerazione dello stesso processo tecnologico in cui l’alluminio appare, nello specifico, il principale interprete

Giorgio Agnisola

RICONOSCIMENTI

FINALISTA PREMIO COMEL  2017