Artista autodidatta, Gennaro De Martino è nato a Napoli nel 1984. Cresciuto in una delle famiglie dei ceramisti di Capodimonte, sperimenta l’arte delle ceramiche sin dalla giovane età frequentando i laboratori artistici locali. In questi primi anni di attività si misura con il processo creativo di artefatti in materie plastiche.
Partendo dagli elementi primari, Terra, Aria, Fuoco e Acqua, esplora l’arte mettendo le basi per quella che poi diventerà la sua poetica espressiva

Gennaro De Martino nel suo studio a Napoli

Il desiderio di comunicare attraverso l’arte, di esprimere sé stesso senza compromessi lo porta dapprima a frequentare l’Accademia di belle arti di Napoli e poi a mettersi alla prova approcciando diverse discipline: dalla scrittura alla fotografia, dalla serigrafia al disegno dal vero e tecnico, collaborando attivamente con i dipartimenti di moda e di architettura.
Nel 2012, insieme ad altri artisti incontrati lungo il suo percorso, fonda l’associazione “Visionarea” e organizza vari progetti artistici e culturali come live art performances, happenings, istallazioni artistiche, lavori di street art, realizzazione di cortometraggi d’autore.

La sua opera “Vita Nova” (intreccio di leghe con anima di ferro ancorate su base di marmo) è stata selezionata dalla giuria di esperti (Giorgio Agnisola, critico d’arte e scrittore, docente di arte sacra presso la Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale e presidente di giuria; Elena Pontiggia, critico d’arte, docente di Storia dell’arte contemporanea all’Accademia delle Belle Arti di Brera; Marcello Francolini critico d’arte, curatore indipendente, docente di Storia dell’arte Contemporanea presso l’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria; Vincenzo Lieto, curatore e direttore artistico della Pinacoteca di Gaeta (LT); l’imprenditrice e manager Maria Gabriella Mazzola titolare con la sua famiglia della CO.ME.L., unica azienda promotrice e sostenitrice del Premio COMEL) rientrando tra le 13 opere finaliste dell’ottava edizione del Premio COMEL “Legami in Alluminio”.