2- IN SUPERFICIE, Acrilici, stucchi alluminio su tela, cm 120x100, 2012

Vincitore Premio COMEL del Pubblico 2017

Spazio COMEL Arte Contemporanea
Dal 9 al 23 giugno 2018
A cura di Dafne Crocella

Dopo aver vinto il Premio del Pubblico durante la VI edizione del Premio COMEL Vanna Migliorin Arte Contemporanea, torna a Latina Emilio Alberti con la personale “Dopo la Tempesta”.
In esposizione 13 dipinti su tela e tavola che raffigurano l’acqua nei suoi moti più dinamici. L’astista, originario della provincia di Como, attraverso l’utilizzo di materiali diversi, tra cui spiccano gli stucchi e l’alluminio, ha dato forma a uno stile personalissimo che dona tridimensionalità alla sua pittura.

Dall’acqua e dal legno – dallo sguardo alle mani
Nato sulle sponde del Lago di Como, Emilio Alberti forma il suo sguardo seguendo le increspature e i bagliori dell’acqua. Figlio di un falegname passa lunghe giornate nella bottega del padre affascinato dal potere delle mani dell’uomo capaci di trasformare la materia. E’ in quegli anni che va nascendo in lui la curiosità e l’interesse per l’alchemico equilibrio tra immaginazione e manualità, sguardo e materia, che caratterizzano tutt’oggi la sua ricerca creativa. Nella bottega del padre, giocando con scarti di lavorazione, realizza le sue prime inconsapevoli sculture.
Lo sguardo sull’acqua e le mani sul legno sono le prime esperienze sensoriali che lo condurranno verso una ricerca creativa ricca e poliedrica, in ascolto dei materiali, della loro storia e della loro capacità d’interazione e trasformazione.

6- ONDA 2, acrilici, stucchi, alluminio su tela, cm 100x80, 2015

La sintassi del linguaggio dell’arte
La materia, nell’opera di Emilio Alberti, è elemento metaforico imprescindibile per l’espressione fisica di una ricerca artistica che è anche culturale, filosofica e archetipica. L’artista viene accostato al poeta che sceglie le parole per il suo racconto proprio come il pittore e lo scultore scelgono i materiali per le loro opere. Pittura e scultura si vanno mescolando in una ricerca materica che coinvolge tecnica, territorio e concetto.

5- ONDA, Acrilici, stucchi, alluminio, su tela, cm 70x50, 2007

Dopo la Tempesta
Tempesta è l’opera con la quale Emilio Alberti ha vinto il Premio del Pubblico dell’edizione 2017 del Premio COMEL. L’acqua sulla tela dell’artista, ha trovato assonanza e risposta nello sguardo degli osservatori, permettendo a tutti di ritrovarsi nella sospensione di una goccia prima di precipitare nel fragore della tempesta.
La personale allo Spazio Comel, Dopo la Tempesta, mette in mostra una serie di lavori sull’acqua, dai quali emerge l’inconfondibile mano dell’artista e il risultato della sua ricerca sull’interazione tra materiali.