20180601_154140

Vincitrice Premio COMEL 2017

Spazio COMEL Arte Contemporanea
Dal 12 al 26 maggio 2018
A cura di Giorgio Agnisola e Stefano Taccone

L’opera si impone per il suo assetto fortemente allusivo di una natura antropomorfa e per la sua specifica e suggestiva lavorazione del metallo, modellato e saldato con grande perizia, fino a realizzare una forma originale e umanizzata in senso drammatico e avveniristico” questo il giudizio della giuria che lo scorso ottobre ha proclamato vincitrice della VI edizione del Premio COMEL Vanna Migliorin Arte Contemporanea Rosaria Iazzetta, artista poliedrica impegnata in ambito sociale e fine accademica.

In esposizione alcune opere in acciaio, un’installazione in alluminio e una in legno e terracotta, che raccontano all’osservatore una storia di profonda attualità, legata a tematiche sociali, ambientali e anche di cronaca.
L’arte di Rosaria Iazzetta coniuga una grande abilità tecnica nella manipolazione dei materiali (l’artista salda, piega, modella, lucida i metalli e lavora e assembla terracotta e legno), con una forte sensibilità verso le tematiche sociali legate soprattutto alle vicende della sua terra.

20180601_154437

Attraverso l’arte, Rosaria Iazzetta denuncia, spesso anche con ironia, i mali della società contemporanea e incoraggia l’umanità a risorgere dalle proprie ceneri, proprio come raffigurato nelle sue sculture: forme umanoidi mutate che cercano di rimettersi in piedi e continuare a lottare per la sopravvivenza, perché quando le contaminazioni continuano a modificare la Natura, essa non può far altro che cercare un nuovo modo di esistere.

L’artista si rivela abile utilizzatrice di strumenti e tecniche anche difficili, soprattutto nell’uso dei materiali metallici, saldati in numerose parti con pazienza e sapienza e levigati con cura lungo superfici curve, sì da restituire l’idea di un continuum morbido e lucente e di una forma che funga da contenitore di una vita, che tuttavia pullula, internamente, come sconosciuta avventura.” (Giorgio Agnisola)

20180601_154254

Un background internazionale di altissimo livello caratterizza la carriera di Rosaria Iazzetta: è stata la prima artista italiana ad accedere alla Tokyo University of the Arts, e a vincere una borsa di studio per artisti assegnata dal Ministero degli Affari Esteri Italiano e dal Governo Giapponese. La sua formazione a tuttotondo la vede diplomarsi all’Accademia di Belle Arti di Napoli nel 1998, conseguire nel 2005 un master in Scultura alla Tokyo University of the Arts e ancora laurearsi in Sociologia nel 2014 all’Università Federico II di Napoli. Dopo aver insegnato presso l’Accademia di Belle Arti di Catanzaro e di Frosinone, da qualche anno è docente di Scultura presso l’Accademia di Belle arti di Napoli.

Video Rosaria Iazzetta