drisaldi

Vincitore Premio COMEL 2012

Spazio COMEL Arte Contemporanea
Dal 6 ottobre al 31 ottobre 2012
A cura di Carlo Fabrizio Carli

“Se la grande culla del mito e della civiltà, la Mesopotamia delimitata dal corso dei due fiumi, il Tigri e l’Eufrate, racchiude nel suo stesso nome, alla stregua di un blasone araldico, questa specificità, nel suo più modesto e circoscritto ambito territoriale, anche il contesto pontino è terra contenuta tra due acque: il mare e i canali che hanno bonificato la palude, per tanti secoli affascinante e mortifera. Terra di acque e di bonifica si intitola, infatti, questa mostra in cui Massimiliano Drisaldi propone una trentina di opere, tra dipinti e incisioni, dedicate ad una regione, per un lunghissimo volgere di tempo consegnata al dominio della malaria, insidia misteriosa e fatale, che, d’estate, spingeva i suoi miasmi e gli effetti perniciosi fin quasi sotto le mura di Roma”

DSCF1555

Dal 1974 alterna la sua attività artistica di incisore e di pittore, partecipando a numerose mostre collettive, premi e rassegne d’arte, a carattere nazionale ed internazionale, allestendo nel contempo mostre personali. L’ultimo riconoscimento raggiunto in ordine di tempo, è la vincita del Premio COMEL “Vanna Migliorin” per l’arte contemporanea 2012.